Iguana verde comune

IGUANA VERDE COMUNE

(Iguana Iguana)

 

Collocazione Cites: Appendice 2

 

La detenzione è consentita, è sufficiente conservare la ricevuta d’acquisto e un Certificato di vendita da richiedere al venditore.

I Cites servono solo in caso di operazioni commerciali (import-export, trasporto, vendita).

E’ bene comunque richiedere al venditore di visionare i Cites se sono soggetti importati, oppure il Certificato di nascita in cattività, se sono allevati.

 

Habitat

 

Zone calde umide, da adulto può raggiungere dimensioni ragguardevoli, il maschio anche fino a 1,20 m coda compresa. Di tutto ciò è bene tener conto quando si ospita in appartamento.

 

Caratteristiche del terrario:

 

Teca

La teca deve essere costruita in vetro o in materiale plastico trasparente, l’areazione deve essere consentita attraverso delle prese d’aria.

Evitare: il legno perché è facile ricettacolo per acari, insetti, miceti e difficilmente lavabile o disinfettabile. Si può fare eccezioni per i legni trattati con vernici isolanti lavabili ( impregnante smalto).

 

Substrato

Utilizzare: foglie, pellettati di erba medica per conigli, ghiaia a ciottoli arrotondati di medie e grandi  dimensioni.

I materiali freschi vanno cambiati spesso per evitare che ammuffiscano.

La ghiaia deve essere lavata, asciugata e disinfettata una volta al mese.

Ottimi e pratici: carta di giornale, carta assorbenta da cucina, da cambiare ogni giorno.

Evitare: ghiaia di piccole dimensioni, lettiera per gatti, segatura.

 

Arredi

Ideale è arredare con piante finte o artificiali, che devono essere sistemate in modo da risultare stabili. Il diametro dei rami deve essere doppio rispetto alle dimensioni dell’animale.

Utilizzare: Ibisco (foglie e fiore servono anche per il loro nutrimento), Gelso, Photos, Philodendron, melo, pero o altri alberi da frutta a corteccia ruvida.

Le piante vive o artificiali vanno disinfestate una volta al mese con neo-foractil spray.

I rami vanno sostituiti una volta al mese.

Una volta al mese lavare e disinfestare la gabbia con sali quaternari d’ammonio o clorexidene: Hibiscrub soluzione 5%.

 

Microclima

 

Temperatura

Range ottimale 26,5°C -32,5°C.

Per mantenere la temperatura ideale è opportuno sistemare una resistenza sotto la teca per circa metà della sua estensione per consentire all’animale di spostarsi nella zona più fredda se lo desidera.

Collocare uno o più termometri all’interno della teca per mantenere la temperatura sotto controllo.

 

Luce

Importantissimo e indispensabile collocare una lampada che riproduca la luce solare UVB (da 4% a 8%) + UVA, per sostituire la luce solare e consentire la sintesi di vitamina D3, che deve essere spenta di notte ( rispettare il fotoperiodo naturale con 12-14 ore di luce).

Ideale è fornire una maggiore irradiazione tra le ore 11,30- 17,00.

L’illuminazione artificiale non può comunque sostituire l’illuminazione solare che è indispensabile; si consiglia, perciò, di sottoporre l’animale a periodici bagni di sole anche durante l’inverno  nelle giornate più assolate.

Lampade: Osram, Grolux, Vita-Lite, Pentafosforo.

Effettuare un cambio periodico ( circa ogni 6 mesi) delle lampade perché possono mantenere una illuminazione visibile anche in assenza di emissione di UVB e UVA.

Evitare: temperature al massimo del range ottimale per lunghi periodi; temperature al di sotto di 22° C; luce subottimale (può indurre anoressia).

 

Umidità

 

L’umidità che si riscontra nell’ambiente naturale arriva all’85-95%.

In mancanza di un igrometro per misurarla ci si può regolare spruzzando acqua sulle piante all’interno della teca una volta al giorno.

Evitare: una umidità eccessiva che può favorire l’insorgere di malattie della pelle.

 

Alimentazione

 

Acqua

L’iguana ha bisogno di una quantità minima di acqua esogena. In genere si abbeverano dall’acqua spruzzata dalle foglie, comunque alcuni soggetti cominciano ad abbeverarsi da un contenitore.

Alcuni soggetti amano immergersi nell’acqua, bisogna quindi fornirli di una vasca di dimensioni adatte, effettuando un cambio quotidiano dell’acqua.

 

Cibo

Deve essere collocato in uno o più contenitori accessibili e in pezzi di misura adeguata a quella del soggetto.

Gli animali giovani hanno bisogno di un maggior apporto di proteine di quelli adulti, rispettivamente il 5% per gli adulti e il 15 % per i giovani.

Il cibo deve essere distribuito ad libitum5-7 volte alla settimana per i giovani e 3-4 volte alla settimana per gli adulti, preferibilmente tra le h 11,00 e le 14,00.

 

Cibi consigliati

Vegetali: pellets di erba medica, tarassaco, petali di rosa, petali di ibisco, rapa, cavoli, bietola, zucchine, carote, peperoni, sedano, mais in grani, riso bollito.

Frutta: mela, pera, banana, kiwi, melone, fragole, frutti di bosco, fichi, fichi d’india e pale di fichi d’india spezzettate.

Integratori che vengono uniti alla razione: Calcio gluconato al 10%; Polvere di carbonato di calcio.

Ottimo somministrare ai soggetti giovani le feci fresche di soggetti adulti e somministrare alimenti colorati: giallo, rosso, verde, arancione, che sono particolarmente appetibili.

Evitare: l’eccesso di carboidrati nella dieta che possono condurre all’obesità; l’eccesso di proteine che possono condurre alla gotta.

                                                                                                                                                                                           

 

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                        CLINICA VETERINARIA                        

L. BRUNETTI- M.C. STROSCIO

VIA BONELLINA 236 (PT)

TEL  0573-382344

e-mail info@clinicaveterinariabrunetti.it  

 

I love Pets